Angela Meunier e Le Manoir de Beauregard

 

Voglio raccontarvi oggi una storia che ho letto giorni fa durante i miei consueti ”giri” sul web alla ricerca di begli ambienti da mostrarvi e che mi ha incuriosito e interessato moltissimo. Quella di una donna in gamba, appassionata di arredamento, e del suo incontro con un luogo affascinante che l’ha spinta ad aprire un nuovo capitolo della sua esistenza aiutandola a superare un momento difficile, il lutto per la morte del suo secondo marito. Ma andiamo con ordine, perché se è vero che la vita è fatta di incontri e separazioni con persone e posti che mai avremmo pensato di conoscere, scegliere e tanto meno perdere, questa storia ne dà l’ennesima conferma e devo cercare di raccontarla al meglio.
E’ il 1988 quando Angela Meunier, giovane studentessa, si trasferisce per qualche tempo a Parigi per studiare il francese, e allora non può assolutamente prevedere che in Francia avrebbe trascorso buona parte della sua vita da adulta. Sarà un incontro decisivo, qualche anno più tardi, a dare questa svolta alla sua esistenza. Dopo la fine del suo primo matrimonio, conoscerà infatti il suo secondo marito, un francese che la farà innamorare di nuovo e con cui andrà a vivere in una grande casa alle porte di Parigi, casa che costituirà per lei una importante esperienza in fatto di decorazione d’interni e quant’altro. Ma nel 2008 Angela resterà improvvisamente senza il compagno e capirà di essere a un bivio. Di avere bisogno di un “progetto” importante di vita per andare avanti e poter superare un lutto così difficile. Il ricordo di una vacanza passata qualche anno prima nel sud-ovest della Francia la spingerà a cercare una proprietà proprio in quella zona: “Ero stata attratta dai borghi medievali in pietra, dal fiume serpeggiante, dalle vigne e dalla storia di Aquitania sotto il dominio inglese,” racconta lei stessa. “Durante quella vacanza avevo sentito che avrei potuto vivere lì, mai immaginando che un giorno lo avrei fatto sul serio”.
Quando Angela iniziò a contattare agenzie immobiliari intorno a Bergerac, le furono mostrate fotografie di numerose proprietà. Una di loro era Le Manoir de Beauregard: “L’interno in stile anni ’60 era decisamente orribile ,” racconta Angela, “ma il complesso di edifici assomigliava a un piccolo borgo e le fotografie mi rimandavano una visione magica.” Incuriosita, decise di recarvisi subito. E fu amore a prima a vista. Angela sentì immediatamente un attaccamento, un richiamo inspiegabile verso quella proprietà. “C’era un’anima speciale in quel posto,” – dice – “ Era come se lo sentissi gridare aiuto. Credo che avesse bisogno di me quanto io di lui”.
Ancora un incontro importante e decisivo per lei, questa volta con un luogo.
Dopo due anni di intenso lavoro su Le Manoir de Beauregard, durante i quali ha disegnato ogni stanza in scala, progettandone ristrutturazione e arredi e lavorando fianco a fianco con muratori, falegnami, piastrellisti, elettricisti e idraulici, seguendone i lavori passo dopo passo, Angela vi ha aperto un B&B , con tre chambres d’hotes elegantissime e il delizioso Rose Cottage, da affittare come casa-vacanze. Vi lascio alla visione delle foto, che parlano da sole. E’ stato raggiunto un risultato di gusto ineccepibile.
Ora Le Manoir de Bauregard è diventato un magnifico posto dove i turisti possono trascorrere una vacanza indimenticabile circondati dalle bellezze della proprietà e della Dordogna, la splendida regione francese in cui è ubicato.
Per Angela Meunier, un luogo che le ha guarito le ferite e dove ha deciso di vivere per sempre. O è lui che ha scelto lei?

Ph. Credits: Le Manoir De Beauregard 







Nella foto qui sopra, Angela nel parco in autunno: a Le Manoir de Beauregard ogni stagione è bella…

Le Manoir De Beauregard
Le Grand But
Clermont -de -Beauregard
24140 France
Le Manoir de Beauregard