Un antico casale nel nord della Francia

Nel cuore della campagna della Piccardia, un antico casale si sveglia da un lungo sonno. Magnificamente restaurato da appassionati di pietre antiche, ha ritrovato il suo aspetto originario, pur rimanendo al passo con i tempi.

Fu un avvocato, un certo Jacques Chevalier, che fece costruire questa imponente casa d’epoca intorno al 1670. La sua facciata austera in mattoni e pietra bianca, tipica del nord, è rappresentativa dell’architettura del XVII secolo. Le sue proporzioni armoniose e l’equilibrio dell’insieme hanno saputo, alcuni anni fa, sedurre una famiglia che cercava una casa tra Reims e Parigi. Altrettanto affascinati dal carattere autentico della residenza e dalla bellezza del parco piantumato con alberi centenari, i giovani sposi, genitori di due bambini, si sono lanciati all’avventura della ristrutturazione… Abbandonato da decenni, privo di ogni moderno comfort – non c’è riscaldamento né bagno – l’immobile è infatti in cattive condizioni e necessita di importanti lavori.

Risulta subito evidente che i volumi originari erano stati modificati nel corso dell’Ottocento e che tutte le stanze del piano terra erano state tramezzate. Per motivi di coerenza architettonica, i proprietari hanno deciso di fare tutto il possibile per riportare la residenza nella configurazione originaria. Così l’ingresso, il soggiorno e la sala da pranzo, suddivisi in più piccole superfici, riacquistano i loro generosi volumi. E dall’ingresso, scopriamo nuovamente una fila di stanze comunicanti tra loro da doppie porte. Grazie alle alte finestre, la luce entra copiosa e gli alberi secolari del parco sembrano invitarsi all’interno della casa. Una volta ritrovati i volumi originali, la coppia va alla ricerca di materiali antichi.

Pochi metri quadrati di parquet in rovere posato a spina di pesce nella sala da pranzo, pietra di Courville associata a cabochon in marmo nero nel soggiorno e nell’ingresso completano e sostituiscono gli elementi originali in pessimo stato di conservazione. Modanature, a volte prese da armadi, adornano la parte superiore delle ante. Per quanto riguarda la pittura, la coppia predilige le tonalità neutre – beige, color gesso, grigio, azzurro – e gioca con le basi e la lavorazione del legno per variare i colori. Per quanto riguarda la decorazione, infine, la maggior parte dei mobili e degli oggetti che adornano la casa sono stati acquistati da antiquari e rigattieri della regione, per poi essere restaurati meticolosamente dal proprietario.

Art & Décoration Magazine

Se vi è piaciuto questo post, condividetelo sui canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi su Instagram,  Facebook e Pinterest  per rimanere sempre aggiornati!